Viaggiare in 2 e 1/2! Viaggiare in gravidanza

IMG_20170901_111543.jpg

Le nonne dicevano: “gravidanza serena, bimbo sereno”, e devo dire che con me ha funzionato.

Per l’intera gravidanza ero come “ovattata”, vivevo in un mondo dove riuscivo a farmi scivolare qualunque cosa, ridevo sempre ed emanavo gioia da tutti i pori.

A seguito dei consigli di amici già genitori, io ed Alberto avevamo deciso di farci gli ultimi viaggetti da soli…

Ricordati che quando si è incinta si è già mamme! Da non aver paura di niente, alle mille attenzioni dedicate alle piccole cose.

Viaggiare in stato interessante si può, eccome si può, fa bene al corpo e alla mente.

Ma si può andare davvero ovunque? Posso andare al mare o in montagna?

Se la gravidanza è fisiologica e tutto procede per il meglio non c’e nessuno che vi terrà legate. Il mare come ormai sappiamo ha 1000 proprietà, basta solo avere accortezza a non eccedere con l’esposizione solare, utilizzare una buona crema solare ad alta protezione oltre a rallentare l’invecchiamento della pelle ci aiuta ad evitare la formazione di macchie cutanee tipiche della gravidanza quali: cloasma o maschera gravidica.

Nel mio caso, nonostante avessi sempre usato la protezione, le macchie sono comparse lo stesso a fine gravidanza. La citata maschera gravidica, macchie per fortuna di piccola entità, sul volto e con disegno simmetrico.

Dicono che spariranno dopo l’allattamento ma questo non posso confermarlo, incrociamo le dita!

Questo perché? In gravidanza la protezione solare andrebbe messa sempre, anche d’inverno sulle parti di pelle esposte alla luce. La sottoscitta faceva fatica a ricordarsi di mettere l’olio di mandorla figuriamoci la protezione solare in inverno!…

IMG_20170813_103114.jpg

Non solo il mare ma anche la montagna offre importanti benefici alla futura mamma: respirare un po “d’aria buona”, fare delle belle passeggiate, mangiare le prelibatezze che offrono le nostre montagne, scappare dal caldo torrido, in altre parole: Relax.

Meglio però rimanere sotto i 1300 m di altitudine. In alta quota si riduce la quantità di ossigeno nell’aria.

E per i mezzi di trasporto?

Via libera a macchina e treno senza però stare sedute per ore, fare delle pause di tanto in tanto oltre ad essere necessario visto l’aumento della minzione è anche doveroso per la nostra schiena e per la circolazione.

E in aereo?

Se la gestazione procede senza complicazioni e la data del parto non è troppo vicina, è possibile volare senza nessun problema, importante ricordare che ogni compagnia aerea sancisce delle regole, ad esempio: abbiamo prenotato un volo con Ryanair? Dopo la 32esima settimana non potremo piu volare mentre dopo la 28esima richiedono un particolare certificato medico. Voliamo con Alitalia? Possiamo volare indisturbate fino alla 32esima, dopo tale data dovremo però fornire il certificato medico.

È sempre consigliato il parere del proprio medico.

Buon viaggio!!!

Se ti è piaciuto il mio articolo clicca mi piace sulla pagina Facebook

⬇⬇⬇

Sa di bebè

⬆⬆⬆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...