6 Miti da sfatare sui bebè :-)

Già in gravidanza siamo circondate di persone che elargiscono consigli talvolta non richiesti e ci danno indicazioni spesso errate!

La risposta più adeguata sarebbe: “so sbagliare da sola grazie!”

Vi racconto quelli offerti gentilmente a me!

– il bambino fa popò dopo ogni poppata.

AncientTenseBufeo-size_restricted.gif

Ma quando mai? Angelo da quando è nato la fa una volta al giorno o anche ogni due (con gli interessi!)

– dagli un pò di acqua a questo bambino non vedi che ha sete?

Premetto che l’acqua non ha mai ucciso nessuno, ma essendo Angelo allattato al seno riceve tutto ciò di cui ha bisogno, acqua compresa. Nelle giornate più calde, se ha particolarmente sete, mi richiede più seno, la poppata iniziale è infatti molto più acquosa proprio per dissetare il neonato.

– se il neonato starnuta significa che ha il raffreddore.

Mai fatto un lavaggio nasale! I neonati starnutano spesso, nei primi giorni di vita potrebbero avere dei residui di liquido amniotico, spesso comunque è segno che il corpo reagisce bene a “corpi estranei”. Angelo ha sempre starnutito tanto, ma non ha mai avuto il raffreddore, semplicemente aveva delle piccole impurità nel nasino da espellere!

-sondino anale come non ci fosse un domani.

Mai preso in mano uno! Non perché Angelo non ha mai avuto aria nel pancino sia chiaro, ma perché abbiamo sempre cercato metodi alternativi, metterlo a pancia in giù, tenerlo in braccio, muoverli le gambe avanti e indietro, cantarli una canzoncina, fargli un massaggino.

Nei primi mesi di vita i neonati non hanno la capacità di controllare lo sfintere, è per questo che hanno difficoltà a espellere l’aria che li causa spesso dolore al pancino. Utilizzando il sondino si rischia di tardare questo processo rendendo lo sfintere più “pigro”.

Poi ogni genitore segua il proprio istinto!

– vestilo questo bambino che ha freddo.

71VnTerdUfL._SX466_.jpg

Foto fonte web

…e magari fuori è estate e ci sono 30 gradi!

Come dice l’OMS, e ripeto l’OMS non la nonna Beralda (che ha comunque ragione su altre cose), la temperatura ideale per la stanza del bebè va dai 18 ai 20 gradi, dicono inoltre che È MOLTO DANNOSO e pericoloso coprire troppo i bambini appena nati, in quanto, non sono in grado di regolare la loro temperatura rischiando così, se coperti troppo, di alzarla eccessivamente. La temperatura corporea giusta per un neonato sono 37 gradi.

Addirittura è uno dei gesti quotidiani per prevenire la SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante)

– far dormire a pancia in giù il bebè.

Sempre l’OMS ha cambiato le carte in tavola, è vero, una volta i bambini si facevano dormire a pancia in giù, poi per alcuni anni si facevano dormire di lato.

Oggi le direttive sono diverse: posizionare il bebè a pancia in su, anche questo gesto aiuta a prevenire la SIDS.

Qui sotto vi riporto il link dell’OMS con tutte le indicazioni e le dritte da conoscere per quando nasce un bebè!

https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_159_ulterioriallegati_ulterioreallegato_2_alleg.pdf&ved=2ahUKEwj–86jo5LcAhUMyKQKHXlrCDYQFjAAegQIBBAB&usg=AOvVaw1xSqVqyGt9dkI3PHcivdZ4

Perché i consigli ci stanno, ma quando sono troppi e sopratutto diversi…che confusione!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...