Alimentazione Intolleranze

Intolleranza al lattosio. Più del 60% della popolazione mondiale ne soffre. Perché?

Foto by web

Alzi la mano chi conosce una persona intollerante al lattosio, alzino due mani chi ne conosce più di una! Più del 60% della popolazione mondiale ha difficoltà a digerire il lattosio.

Intolleranza-al-lattosio-nel-mondo.jpg

Foto by Lactease

Ci siamo mai chiesti perché?

Nell’ Europa settentrionale e centrale, nell’area dell’ex Unione Sovietica, nel Nord America e in Australia, l’intolleranza al lattosio colpisce meno del 20% della popolazione, mentre     nell’ estremo Oriente e nell’ Africa centro-meridionale, così come tra i nativi australiani e nordamericani, la diffusione si avvicina al 100%.

Si pensa che questa difficoltà abbia origine preistorica.

Nei paesi nordici, dove fare agricoltura era più complesso, si viveva di pastorizia e allevamento, il consumo di latte era pertanto più elevato. Si abituarono così più in fretta a l’assunzione di latte (lattosio) rispetto alle comunità del mondo meridionale, abituando così il fisico alla digestione dello stesso.

Pensate che in Italia quasi il 60% di popolazione è intollerante al lattosio.

Quali sono i sintomi?

– meteorismo

– flatulenza

– dolori addominali

– gonfiore

– stitichezza

– diarrea

Qual’ è la soluzione?

Ovviamente limitare l’uso di latticini, tenendo in considerazione gli alimenti che contengono più lattosio rispetto ad altri, ad esempio la mozzarella (come altri formaggi freschi) contiene più lattosio rispetto al grana, come altri formaggi stagionati. Il prosciutto cotto ha alti livelli di lattosio, a differenza del prosciutto crudo, il gelato meglio prediligere i gusti alla frutta privi di latte, piuttosto delle creme.

CURIOSITÀ

Il latte materno, in percentuale, contiene quasi il doppio di lattosio rispetto ad esempio al latte di mucca (7% per il primo e 4% per il secondo)

NOTIZIA POSITIVA

L’intolleranza al lattosio nella maggioranza dei casi si sviluppa in età adulta, quindi in linea di massima si può allattare serenamente.

Se siete dubbiose a riguardo, consultate sempre il pediatra o il medico, una visita di controllo non costa nulla!

Allattare al seno è senza dubbio il miglior nutriente per i nostri cuccioli di essere umano 😍, oltre ad essere, almeno per me, una delle esperienze più belle della vita.

Ma siamo sicuri che il latte vaccino faccia veramente bene?

Seguirà a breve l’articolo con i consigli per un’ alimentazione ricca di calcio ma senza latticini!

Ciao mammine!

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...